Come non andare in bancarotta durante COVID-19

Critical Workers porta avanti uno sportello per lavoratori a Berlino da oltre 3 anni.
A causa dell’emergenza COVID, minacce e licenziamenti sono all’ordine del giorno.
Per fornire un supporto di base, abbiamo fatto una lista di soluzioni pratiche e utili per coloro che non hanno familiarità con le leggi sul lavoro tedesche. La trovate anche in inglese, Spagnolo e Tedesco.
La lista è suddivisa in categorie: Lavoratori dipendenti, Minijobber o lavoratori irregolari e Autonomi.
Questo elenco non è né definitivo né completo. Qualsiasi feedback o correzione è benvenuta!
Contattateci!
Il lavoro non è tutto nella vita; qui troverete anche un alcune soluzioni informali.
La solidarietà è la nostra arma più forte! Parla con il tuo padrone di casa e mettiti in contatto con i colleghi, parla con i tuoi amici e con il tuo gruppo antirazzista locale, aiuta i tuoi vicini e contatta altri sporelli di aiuto.

  • Lavoratori dipendenti

    1. Non c’è alcun obbligo di condividere con il datore di lavoro il tuo stato di salute o la tua posizione fuori dall’orario di lavoro. Solo se hai contratto il virus devi informare la tua azienda.
    2. Se tu o un tuo collega siete accusati di essere infetti solo a causa della vostra etnia o nazionalità, questo è un reato e deve essere denunciato come discriminazione.
    3. Legalmente, non si può rimanere a casa sulla base di una semplice supposizione, ci deve essere un rischio o una malattia notificata dalle autorità o dal datore di lavoro
    4. Nonostante ciò, se tu e i tuoi colleghi avete paura, indirizzate collettivamente la vostra preoccupazione al datore di lavoro. Se in azienda c’è un Betriebsrat (Consiglio di lavoratori), questo organismo ha il potere e il dovere di discutere con la direzione le possibili misure da adottare: turni di lavoro, spazio di lavoro, misure sanitarie, potenzialmente anche home office. Se non hai una rappresentanza, puoi comunque fare pressione sul suo capo assieme ai tuoi colleghi. Siate creativi e restate uniti!
    5. Potresti in teoria rifiutarti di andare al lavoro se il tuo datore di lavoro non rispetta le norme di sicurezza, soprattutto se c’è un collega infetto confermato o una chiara violazione delle misure di sicurezza e il tuo datore di lavoro non interviene. Fai attenzione: non andare al lavoro significa violare l’accordo contrattuale con il datore, potresti ricevere un avvertimento ed essere licenziato per questo. In ogni caso, prima di agire, cerca una consulenza legale e raccogli prove in anticipo. Se dovessi essere licenziato, per ottenere il sussidio di disoccupazione, devi dimostrare all’Agentur für Arbeit che la tua azione (assenza o dimissioni) è stata intrapresa per motivi di sicurezza, altrimenti il sussidio potrebbe essere trattenuto (ulteriori informazioni più avanti). Se invece desideri essere reintegrato, dovrai dimostrare che il tuo licenziamento è stato illegittimo intraprendendo un’azione legale (maggiori informazioni più avanti).
    6. Se hai paura e vuoi andare in quarantena senza lavorare, nemmeno da casa, puoi chiedere al tuo datore di lavoro una Freistellung (congedo non retribuito). Questo aiuterà semplicemente il datore e ti lascerà senza stipendio, dovrebbe essere la tua ultima carta.
    7. Se ti senti male, devi informare il tuo datore di lavoro, di solito entro 3 giorni e fornire un certificato medico. Puoi chiedere al tuo medico un certificato a distanza. Una volta in congedo per malattia sarai pagato per 6 settimane dal datore di lavoro, dopo di che avrai diritto al Krankengeld da parte della tua assicurazione sanitaria.
    8. Se il tuo posto di lavoro chiude, il datore deve continuare a pagare lo stipendio. Se il datore non paga, hai diritto a un indennizzo.
    9. Se, a causa di restrizioni alla mobilità pubblica, ti viene impedito di raggiungere il posto di lavoro, non hai diritto ad essere pagato. Coordinati con i tuoi colleghi, chiedi al datore di lavoro il Kurzarbeitergeld (vedi sotto). In ogni caso, prendi accordi con i tuoi colleghi e con il Betriebsrat (consiglio dei lavoratori) per rivolgere le tue preoccupazioni al capo.
    10. Se vuoi fare Home Office, il datore di lavoro deve essere d’accordo. Non c’è nessun diritto all’Home Office, ma anche nessun obbligo. Se lavori da casa fai attenzione a determinare l’orario di lavoro, il tipo di controllo e altre specifiche per proteggere la tua privacy, il tuo tempo libero e non portare sulle tue spalle i costi aziendali.
    11. Coordinati con i colleghi prima di chiedere e concordare qualcosa con il tuo capo. Non essere egoista.
    12. Se mancano molti colleghi, il tuo capo potrebbe chiederti di fare Überstunden (straordinari). Discutete la necessità di questo straordinario con il Betriebsrat.
    13. In nessun caso sei costretto ad utilizzare le tue vacanze perché il posto di lavoro è chiuso. Il datore di lavoro deve continuare a pagare se il motivo del mancato lavoro non dipende dal lavoratore.
    14. Se dovete prendervi cura di vostro figlio, potete chiedere una Freistellung o utilizzare il Leistungsverweigerungsrecht, entrambe le opzioni potrebbero non essere pagate. Se il tuo contratto menziona il paragrafo 616 BGB hai diritto ad assenze pagate.
    15. Infine, se tu e i tuoi colleghi siete comunque insoddisfatti, potete sempre organizzarvi e scioperare!
    16. Potrebbe darsi che, dopo tutto, il tuo datore di lavoro voglia comunque licenziarti. Questo non è accettabile. Prima che le cose degenerino, potete gentilmente suggerire al vostro datore di lavoro di fare domanda per il Kurzarbeitergeld. Se il livello di produzione diminuisce e l’orario di lavoro si riduce, i datori di lavoro possono farne richiesta per evitare licenziamenti. È necessario che almeno il 10% della forza lavoro non abbia più lavoro da svolgere. Il Kurzarbeitergeld copre almeno una parte del vostro salario (60% – se avete un figlio il 67%). È possibile ottenere il Kurzarbeitergeld per max. 1 anno. I datori di lavoro devono verificare se c’è la possibilità di utilizzare le vacanze prima di fare domanda per il Kurzarbeitsgeld. Le vacanze programmate non possono essere utilizzate per questo. Non dategliene la possibilità! Ulteriori informazioni: here.
    17. Se il vostro posto di lavoro ha 10 o più dipendenti a tempo pieno e avete lavorato per lo stesso datore per più di 6 mesi, è possibile che il vostro licenziamento sia illegale e potete reagire. In questo caso dovete agire con urgenza, entro tre settimane dal licenziamento. Maggiori informazioni: qui.
    18. Se il tuo capo vuole comunque licenziarti, potrebbe invitarti a licenziarti da solo, non farlo! Lasciare attivamente un lavoro (Kündigung) o accettare un Aufhebungsvertrag porterà molto probabilmente a una Sperre (un blocco di 3 mesi del sussidio di disoccupazione). Una semplice regola: Non firmare niente!
    19. Se alla fine sei disoccupato e hai lavorato in Germania almeno per 12 mesi, hai diritto all’indennità di disoccupazione (ALG I). Per richiedere l’ALG I devi informare l’Agentur Für Arbeit entro 3 giorni dalla notifica del licenziamento, registrandoti come “in cerca di lavoro” (Arbeitsuchend), questo può essere fatto online. Dopo il licenziamento, è necessario registrarsi come disoccupato (Arbeitslos).
    20. Se non sei idoneo per ALG I, potresti essere idoneo per ALG II (info sotto).
  • Minijobber e lavoro irregolare

    1. Controlla sempre il tuo contratto. Se non ne hai mai firmato uno, non significa che non ne hai uno. E-mail e messaggi o semplici accordi vocali possono essere considerati come un contratto, quindi potresti avere diritto alla protezione in qualità di dipendente e le tutele elencate sopra.
    2. Se sei un minijobber e sei malato, con un certificato medico dal tuo dottore hai diritto alla stessa paga che avresti ricevuto per i giorni in cui avresti dovuto lavorare. Puoi provarlo con un piano dei turni o con semplici e-mail o messaggi. Se non hai un turno fisso, puoi chiedere la media dei tuoi guadagni mensili. Se il vostro datore di lavoro non è ancora convinto, informatelo che può essere parzialmente rimborsato dal Knappschaft. Il congedo di malattia è pagato per un massimo di 6 settimane, dopo di che puoi richiedere il Krankengeld se hai un’assicurazione sanitaria tedesca.
    3. Prova a fare domanda per Wohngeld o altre prestazioni sociali se ne hai diritto.
    4. Presenta la domanda per ALG II presso il Jobcenter del tuo quartiere. Questo tipo di reddito di base (che non è né incondizionato né universale) ha molte implicazioni. Durante questo periodo non dovete essere fisicamente presenti al Jobcenter, ma potete chiamare, fare domanda online e fornire tutti i documenti necessari per fax e posta. Per ulteriore supporto per quanto riguarda ALG II, ti consigliamo di contattare Basta! o altre associazioni (chiedere a noi e possiamo fornire suggerimenti).
  • Freelance

    Freelance

    1. Prova ad ottenere un Ausfallhonorar (Compensazione di cancellazione). Questo avrebbe dovuto essere regolato nel contratto con il tuo cliente, specificando anche l’importo. Anche le mail e gli SMS sono accordi validi come contratti. Se non è specificato nel contratto, cerca di trovare un accordo con il cliente (preferibilmente collettivamente, se hai altri colleghi freelance). Se hai già fornito servizi parziali in un progetto, hai diritto ad almeno una parte del compenso. Discuti con i colleghi e agite insieme.
    2. Chiedi alla tua assicurazione sanitaria di ridurre il contributo mensile.
    3. Se sei sicuro di ottenere un rimborso, fai la dichiarazione dei redditi.
    4. Verifica con la tua assicurazione sanitaria se hai diritto a Krankengeld (per esempio sei nella KSK, o fai pagamenti volontari), in tal caso potresti ricevere questo pagamento dopo 6 settimane di congedo per malattia.
    5. Chiedi al Finanzamt di abbassare le tue Vorauszahlungen, se le paghi.
    6. Lavoratori autonomi in quarantena ufficiale (non volontaria) riceveranno un compenso per il mancato guadagno in conformità alla legge sulla prevenzione e il controllo delle malattie infettive. L’autorità competente baserà la compensazione sull’utile stabilito nella precedente dichiarazione dei redditi.
    7. Prova a fare domanda per Wohngeld o Gründungszuschuss se ne hai diritto.
    8. Presenta la domanda per ALG II presso il Jobcenter del tuo quartiere. Questo tipo di reddito di base (che non è né incondizionato né universale) ha molte implicazioni. Durante questo periodo non dovete essere fisicamente presenti al Jobcenter, ma potete chiamare, fare domanda online e fornire tutti i documenti necessari per fax e posta. Per ulteriore supporto per quanto riguarda ALG II, ti consigliamo di contattare Basta! o altre associazioni (chiedere a noi e possiamo fornire suggerimenti).

Speriamo che questa lista sia stata utile. Più avanti pubblicheremo altre informazioni e link utili.
Seguici su Facebook (@Criticalworkers), leggi il nostro blog e invia una mail (criticalworkersberlin@riseup.net) in caso di necessità.

This entry was posted in General, Ita. Bookmark the permalink.

1 Response to Come non andare in bancarotta durante COVID-19

  1. Camelia Fieraru says:

    Ciao Ragazzi, grazie mille x il post..da ieri sono in Kurzarbeit, ma dapprima svolgo un minijob..che succede se mi entrano all’incirca 320 euro al mese?E come il periodo di disoccupazione, nell quale entrate extra superiori ad una certa cifra, portano alla riduzione dell sussidio statale?Grazie!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *